Categorie

Come funziona un estrattore di succo

16

02

Come funziona un estrattore di succo

Come funziona un estrattore di succo

L’estrattore di succo a freddo è un elettrodomestico sempre più diffuso, utile per per preparare bevande gustose e salutari, che vengono consumate soprattutto a colazione e merenda. In questo articolo, quindi, esploreremo come funziona e cosa si può fare con l’estrattore: le sue potenzialità sono infatti numerose, in tantissimi settori differenti, come:

  • cucine professionali, per creare riduzioni dal gusto unico;
  • bar, per servire delle bevande alternative ai succhi di frutta oppure per creare cocktail innovativi;
  • alberghi, specialmente dove viene servita la colazione al buffet.

Estrattore di succo: come funziona?

L’estrattore di succo viene utilizzato per preparare bevande con estrazione di succo lenta (40 giri per minuto) a freddo. Vista la velocità di rotazione nettamente inferiore rispetto a un frullatore o una centrifuga, l’estrattore riesce a mantenere quasi inalterate le caratteristiche nutrizionali e gli enzimi della frutta o della verdura scelte: il risultato dell’estrazione diventa quindi un’indubbia fonte di vitamine, minerali e oligoelementi, oltre a risultare anche più buono al gusto.

L’anima dell’estrattore di succo è la vite utilizzata al posto delle lame, la coclea, che spreme gli ingredienti, invece di sminuzzarli, sfruttando la sua potenza e la pressione con cui vengono pressati. A seconda dei materiali utilizzati e della robustezza della macchina, naturalmente, esistono molte tipologie di estrattori di succo, appartenenti anche a fasce di prezzo notevolmente differenti, ma tutti riescono a ottenere degli ottimi risultati. Proprio per questo, l’utilizzo dell’estrattore di succo è aumentata notevolmente negli ultimi anni; medici e nutrizionisti ne consigliano spesso l’utilizzo ai loro pazienti, per due ragioni principali:

  • la lenta spremitura consente di avere una maggiore quantità di succo con esattamente la stessa quantità di prodotto;
  • un succo estratto da frutta e verdura proveniente da agricoltura biologica è quattro volte più ricco di elementi nutritivi.

Le aziende produttrici, recependo le richieste in continuo aumento, negli ultimi anni hanno aumentato notevolmente la qualità e la tecnologia dei loro prodotti, arrivando a realizzare estrattori sempre più funzionali, le cui potenzialità sono indubbie.

Le potenzialità dell’estrattore di succo

L’estrattore, quindi, può essere utilizzato in tantissime situazioni diverse per ottenere degli ottimi risultati: esiste una vastissima varietà di ingredienti dai quali è possibile estrarre il succo, tra cui tutti i tipi di frutta, compresi i frutti di bosco, le verdure a voglia verde e i tuberi, come zenzero o carote. Il succo ricavato risulta notevolmente più digeribile rispetto a frutta e verdura fresca, perché la parte fibrosa del prodotto viene scartata, accelerando così il processo di assorbimento di vitamine e minerali. Il succo ottenuto da un estrattore a bassi giri, inoltre, non conserva solo le sostanze nutritive, ma anche i principi attivi presenti nella buccia e nei semi, delle vere e proprie riserve di energie per il nostro corpo.

Tutto questo si accompagna al fatto che il succo estratto a freddo ha un aspetto molto più invitante di frullati e centrifughe: infatti, non fa schiuma e al suo interno non si trovano residui come pezzi di polpa o semi molto fastidiosi durante la bevuta. In più, a differenza di centrifughe e frullati, il succo estratto si conserva fino a 48 ore in frigorifero: questo permette di pianificare in anticipo quando si vuole consumare il succo fresco durante la giornata, senza preoccuparsi di doverlo preparare sul momento. Il materiale di scarto dell’estrattore, invece, viene espulso dalla macchina automaticamente, favorendo così le operazioni di pulizia della macchina.

Gli estrattori proposti da Chiappa Attrezzature sono all’avanguardia della tecnologia: permettono l’estrazione di latte dalla mandorla o dalla soia e la creazione di cremosi smoothie con la minima emissione di rumore. Oltre a essere estremamente silenziosi, garantiscono anche un notevole risparmio di energia. Infatti, mentre un frullatore consuma in media 240W, l’estrattore solo 150W.

Esplora il nostro catalogo e trova quello che fa per te!

Via Della Cascina Pontevica, 3
25124 - Folzano (BS)
3409527169 davide@chiappaarredamenti.it